ARTS

Un noir fantascientifico ambientato e dedicato a Firenze.

La Nuova Concezione di un Ostacolo

Scritto il 1/04/13 da Omar Rashid

La Nuova Concezione di un Ostacolo comincia con uno sparo. Comincia con una corsa. Comincia con un morto. Comincia in un futuro poco lontano, costruito sulle ceneri della terribile Guerra. Comincia con Tryfoll Ghyle, giovane e sfacciato mercenario, alla ricerca del fantomatico Neti Sintex, leggendario terrorista e contrabbandiere della materia più preziosa dell’intera Federazione delle Tre Sfere, l’acqua.

Romanzo d’esordio del giovane scrittore italo-ungherese Janos Mark Szakolczai, nato a Londra nel 1990, La Nuova Concezione di un Ostacolo si sviluppa nella futuristica città di Neo Londra, per poi continuare nella città di Firenze, rimasta, come scrive Janos, “l’unica città risparmiata dalle onde d’urto della Guerra”, per il cui omaggio il giovane scrittore ha ricevuto il patrocinio dal comune di Firenze e dalla Biblioteca delle Oblate. Le ricerche di Tryfoll Ghyle continueranno poi sul neocolonizzato pianeta Marte, affrontando ostacoli sempre più imprevedibili, svelando i segreti dietro la mente di Sintex, le deboli fondamenta della nuova Federazione che governa la fragile umanità, ed il reale terribile rischio di una nuova devastante e finale Guerra.

Ricco di innumerevoli citazioni e strizzate d’occhio verso scrittori come Raymond Chandler, Ian Fleming, Hunter S. Thompson e Frank Herbert; e registi come Altred Hitchcock, Robert Altman e Micheal Mann, La Nuova Concezione di un Ostacolo usa anche tantissimi effetti musicali, creando una vera e propria colonna sonora narrativa: i capitoli del romanzo (divisi per ‘lezioni’) sono per lo più canzoni stesse, dai Portishead agli Stone Roses ed i Jethro Tull, i cui testi non solo sono riconoscibili nei dialoghi e le descrizioni del capitolo stesso, ma per Szakolczai anche il suo sound e mood è quello del capitolo narrato. Idealmente, per lo scrittore, dovremmo ascoltarci la canzone citata mentre stiamo leggendo il capitolo, come dopotutto ha fatto lui mentre lo stava scrivendo.

Ma La Nuova Concezione di un Ostacolo è inoltre innovativo e originale per la sua modalità di pubblicazione, che ha avuto luogo grazie all’emergente iniziativa: crowdfunding, scelto dalla casa editrice Ad Est dell’Equatore.

Il crowdfounding, da ‘crowd’, folla e ‘funding’, finanziamento è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizzano il proprio contributo in comune per sostenere gli sforzi progetti di persone ed organizzazioni. Attraverso la piattaforma italiana produzionidalbasso.com, la casa editrice mostra tutti i costi vivi di produzione e stampa (tipografia, grafica, editing, ufficio stampa).


Grazie a questo processo infatti La Nuova Concezione di un Ostacolo è riuscita a fare una raccolta di oltre 1.300 euro, e uscire dalla tipografia con data di rilancio ufficiale in tutta italia per il 3 Aprile 2013.

L’uscita, grazie anche al guerrilla marketing fatto su tutti i social network dallo scrittore e i suoi amici, ha dato vita a diversi booktrailer e campagne per sostenere la doverosa divulgazione del romanzo e sarà presentato in un prima ufficiale Sabato 6 Aprile alle 17 e 30 nella Sala Conferenze dalla Biblioteca delle Oblate, via dell’Orioulo 26, Firenze.

All’evento oltre all’autore saranno presenti Giuseppe Mascambruno, ex direttore del quotidiano la Nazione; Andrea Ulivi,scrittore fiorentino e vice direttore dell’associazione Andrej Tarkovskij, gli editori della casa editrice napolitana Ad Est dell’Equatore, ed altri.

Il giovane musicista sperimentale fiorentino Bernardo Gori suonerà per l’occasione della musica futuristica d’accompagnamento.

Omar Rashid Autore

Omar Rashid
È il gran capo e fondatore di GOLD,‭ ‬scrive di tutto e gestisce‭ ‬il circo dei cervelli di questo splendido progetto.‭

December 2018

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Related

WARIOS: EVOLUTION AND ROOTS

ARTS 11.10.18
Scritto da Collaboratori

Venom- da letale a letame

ARTS 9.10.18
Scritto da Matteo Cabiola