Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise che cos'è gold
Goldworld Logo
È ANTIFASCISTA
Cinema

Tre film non di Natale



È Natale! E come ogni Natale che si rispetti, ognuno di noi vedrà almeno in un paio di occasioni film come “Il Canto di Natale di Topolino“; “Mamma, ho perso l’aereo“, “Una poltrona per due“, “Love Actually“, e chi più ne ha più ne metta. I film di Natale, insomma. Ma non sono qui per consigliarvi “i più bei film da vedere a Natale”, quelle sono liste che trovate ovunque.

Esiste infatti un filone poco approfondito, ovvero quello dei film che vediamo a Natale ma che non sono natalizi. E non intendo cose tipo “Blues Brothers“, perché quello, anche se non è un film di Natale, Italia Uno lo fa sempre tra il 25 e il 31 Dicembre, quindi non vale. E ognuno di noi, ci scommetto, ha almeno un film che vede fra l’8 Dicembre e il 6 Gennaio, ogni anno, che non è natalizio. Magari neanche ci fa caso, ma lo vede.

E quindi, ecco tre film non natalizi, ma che secondo me sono perfetti per il periodo.

Devastante_Podcast-tre_film_non_di_natale-Gli_Orsetti_del_Cuore-goldworld

1. Gli Orsetti del Cuore – Il film (1985)

Nell’anno della mia nascita uscì questo film, che io mi affittavo più o meno tutte le settimane negli anni ’90, tanto che i miei genitori si cominciarono a preoccupare. Abbandonato nel dimenticatoio per qualche anno, riuscii con estrema difficoltà a reperirlo dopo ricerche spasmodiche in giro per il web; e a rivederlo le vibes furono le stesse che ricevevo nel 1992, e, forse per il periodo in cui l’avevo rivisto, non ne ho idea, cominciò a diventare uno dei miei film di Natale.

Cosa che però, se svisceriamo la trama del film e i suoi messaggi, ha senso. La storia è quella degli Orsetti del Cuore, degli orsetti (appunto) che vivono la loro vita per distribuire pace e amore nel cuore di tutti. E già questo basterebbe per fare di questa storia una storia di Natale. Ma c’è dell’altro.

In questo film i coraggiosi Orsetti devono combattere contro un libro (?) malvagio, che corrompe l’animo di un ragazzo solo e con poca fiducia in se stesso; il quale si ritrova quindi a sperare che tutto il mondo cada nella discordia, perché l’umanità non si merita amore. Come dargli torto.

Ad ogni buon conto, Nicholas (classico nome da bambino boro di Centocelle), che è un apprendista mago in un Luna Park, a un certo punto si ritrova vero e proprio Signore del Male. Sparge cattiveria in giro, e si trincera dentro questo Luna Park abbandonato. E qui, signori, arrivano le vibrazioni natalizie/inquietanti: è come vedere “Batman Returns” di Tim Burton, perché il contrasto allegria/morte è fortissimo: siamo in un Luna Park che diventa una trappola mortale. Momenti di tensione, scenari da incubo e ambientazioni inquietanti. Non vi svelo il finale, ma è quello che mi dà più di tutte la sensazione di trovarci nel periodo natalizio.

Devastante_Podcast-tre_film_non_di_natale-Nosferatu_il_principe_della_notte-goldworld

2. Nosferatu, il principe della notte (1979)

Capolavoro di Werner Herzog, Nosferatu è l’ennesimo riadattamento della storia del Conte Dracula, remake di quello precedente del 1922 (di Murnau).

I film sulla figura di Dracula mi piacciono sempre tantissimo, perché ognuno ne dà una propria personale versione (pensate solo a film come “Zora la vampira”). Herzog non fa eccezione, e, com’è proprio del suo cinema, racconta la storia di Dracula nella maniera meno ottimistica possibile. Se infatti la storia originale di Bram Stoker (SPOILER!!!) ha un lieto fine, il film di Herzog ha uno dei finali che meno trasmettono speranza che io abbia mai visto su pellicola. Senza svelarvi troppo, passo al perché questo film eccezionale è un film da vedere a Natale.

Ambientato in realtà in un’epoca storica abbastanza definita (metà Ottocento), quello che si percepisce in realtà è un film totalmente fuori dal tempo. Avvolto completamente nella nebbia e nel freddo. È tutto velato, tutto impalpabile, tutto opaco. Sembra, insomma, di trovarsi costantemente in una specie di eterno inverno, e viene spontaneo buttarsi addosso una coperta e mettere su il tè.

Non c’è un vero motivo per il quale questo film è da vedere a Natale, è solo una questione di freddo. Va visto con il bombardino caldo, lo scialle di pile sulle spalle, la borsa dell’acqua calda e le luci di Natale accese mentre tutto il resto è spento (è pur sempre un horror). È l’unica ambientazione sensata per godervi questo film senza distrazioni.

Devastante_Podcast-tre_film_non_di_natale-Scarface-goldworld

3. Scarface (1982)

Allora, innanzitutto le musiche di Giorgio Moroder a me fanno venire in mente le luci che lampeggiano, e quindi il Natale. E questo basterebbe. Ma c’è un motivo molto preciso per il quale questo film è annoverato come fondamentale proiezione natalizia nella mia lista.

“Scarface” è praticamente “Il Canto di Natale” al contrario. Tony Montana viene corrotto dai fantasmi che lo vengono a visitare: il Fantasma dei Natali passati, la sorella Gina, che lui non riesce a considerare come una donna, ma vede sempre come una bambina, sarà quella che più di tutti gli pianterà (letteralmente) un proiettile nel cuore.

Manny, il Fantasma dei Natali presenti, sempre accanto a lui come suo socio e partner, unica anima di cui Tony si fida; sarà proprio questa la sua rovina: il suo rivelarsi un essere umano con pregi e difetti come tutti sarà visto da un sempre più folle Tony come un tradimento personale.

Infine Elvira è il Fantasma dei Natali futuri. Nella famosa litigata al ristorante entrambi si sbattono in faccia il problema della loro relazione, che non ha futuro, o meglio: il futuro si prospetta disastroso per entrambi. E sarà proprio il rendersi conto di cos’è diventato il suo rapporto con Elvira a segnare il inizio della fine di Tony Montana.

Dunque in questo caso i fantasmi sono lì non per avvisare, ma per confermare quello che Tony è: un delinquente senza speranza di redenzione. Statece, “Scarface” è il “Canto di Natale dei cocainomani”.

Mettetevi la colonna sonora di Giorgio Moroder e compratevi un dirigibile e una bella tigre: è Natale!


Devastante Podcast

Ascolta tutte le puntate di Devastante su SpreakerSpotifyApple Podcast e Google Podcast

Segui JJ su Instagram (Link)
Segui Devastante su Instagram (Link)