Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise che cos'è gold
Goldworld Logo
MEGLIO DELLA SPADA DI HATTORI HANZO
EVENTS

Urban Connection #4



Questo fine settimana Poggibonsi si trasforma nella capitale dell’Hip Hop italiano grazie a Urban Connection #4. Ma facciamo una premessa, come mia consuetudine.

Milano, Piazza Vetra, 7 Agosto 2021. Un pilastro del rap made in Italy incontra un geometra toscano. Il pilastro è King Esa, il geometra ve lo lascio immaginare. Fra una chiacchiera e l’altra viene fuori che il Funky Prez sarà in quel di Poggibonsi il 17 Settembre; ci scappa una mezza promessa di beccarsi lì con Zatarra & Friends, padroni di casa per quanto riguarda il rap.

Qualche giorno dopo contatto il pirata nazionale, che con l’entusiasmo che lo contraddistingue mi racconta delle passate edizioni dell’Urban Connection, che ha visto ospiti come Inoki, Ensi e Militant A, e anche qui ci scappa una mezza promessa di partecipare.

Zatarra mi ha messo in contatto con Matteo, uno degli organizzatori, quindi lascio che sia lui a raccontarci qualcosa di più.

Urban Connection arriva alla quarta edizione. Ci racconti com’è nata questa manifestazione?

È una lunga storia, diciamo che abbiamo visto un’opportunità in un posto dove c’erano solo problemi, una risorsa nel fatto di essere in “provincia”. Poggibonsi, come molte città di media dimensioni, bombardate nella seconda guerra mondiale, è stata in gran parte ricostruita con palazzine fatte con materiali scadenti e totale mancanza di gusto.
Un parcheggio, come ce ne sono tanti sparsi ovunque, al centro di polemiche locali con soluzioni legate al “controllo”, che tamponano il problema o lo spostano. Un piano inaccessibile alle auto per anni si era trasformato in una bagno a cielo aperto; dove qualcuno dormiva la notte, molti andavano per consumare sostanze di ogni tipo e ci fermiamo qui. Mentre il giorno salivano su per giocare bambini e ragazzi con le loro bici.

L’dea di Urban Connection nasce con l’obiettivo di riappropriarsi dello spazio e rigenerarlo già nel 2017; con la prima JAM chiamata “Walldelsa” e da subito cerca spazi per realizzare murales in altri luoghi della città.
Ma è il multipiano da cui parte tutto: un parcheggio costruito non molti anni fa, sovradimensionato e in inverno deserto. Te piani, una grande rampa su un lato e l’ultimo livello con il tetto aperto: una location perfetta per organizzare un certo tipo di eventi legati alle arti di strada.

Urban Connection è stata l’occasione per dare sfogo a quello che già c’era e mettere in connessione le diverse scene dei territori limitrofi: la Valdelsa e il Chianti con la zona empolese, forte di una lunga tradizione, e quella senese, dove abbiamo incontrato Zatarra, uno dei timonieri degli eventi rap nelle varie edizioni; per arrivare quest’anno a stabilire connessioni con alcuni giovani esponenti dell’area fiorentina.

L’evento ha creato l’innesco per far crescere l’associazione e farla uscire dal parcheggio per andare a occupare altri luoghi, più centrali; con murales di grandi dimensioni, laboratori ed eventi ma anche nuove collaborazioni e canali di finanziamento.

Urban_Connection_4-Poggibonsi-Flyer-Goldworld
Urban Connection #4 – 17 e 18 Settembre

Ogni anno portate in zona pesi massimo del rap italiano: Inoki, Ensi, Militanti A e quest’anno Esa. Come scegliete chi invitare?

Un anno ascoltiamo i ragazzi e quello dopo decidiamo noi; anche se sarebbe più onesto dire che, con l’ospite, ci scegliamo, perché in qualche modo già ci siamo entrati in contatto.

Inoki aveva fatto un laboratorio all’Elba invitato da Alessia, una nostra amica operatrice di strada in contatto con Mastino di Street Art Accademy Milano.
Ensi è stata un’idea di Giovanni, o meglio Reddeyes un rapper locale di 18 anni, ed è decollata subito.
Luca Mascini o meglio Militant A lo vorremmo invitare a ogni edizione. Ci sembra di conoscerlo da una vita e non ci ricordiamo nemmeno chi ci ha fatti incontrare.
Il 17 arriva Esa Aka El Presidente, un nome che unisce tutti.

Il “gancio” con Esa è stato naturale, anche per la conoscenza diretta con Zatarra, ma la decisione finale è arrivata dopo aver consultato Paolo 0-t Capezzuoli. Prorio quel “0-t”, che è stato un pioniere della street culture e tesse relazioni da trent’anni con alcuni dei più importanti brand del settori ma soprattutto con quelli che consideriamo i fondatori di questo genere non solo in Italia.

A volte ci vuole anche fortuna e questo è il nostro caso, poter parlare con Paolo 0-t Capezzuoli, artista internazionale con una umiltà rara, nato proprio a Poggibonsi è un altro motivo che ci spinge a andare avanti

Urban Connection 4-Poggibonsi-17_Settembre-Flyer-Goldworld
Urban Connection #4Esa – 17 Settembre

Quest’anno ci sarà una prima giornata dedicata all’Emceeng e una seconda incentrata sul Writing.
Come sono strutturati questi eventi?

L’evento sul Writing è quello da cui è nato Urban Connection, curato nelle varie edizioni dal socio fondatore James Vega. Si ritorna nei muri del parcheggio multi piano, dove ogni anno sono stati coinvolti artisti diversi, di varia provenienza, non solo toscani e anche dall’estero.
La scelta degli inviti ha tenuto conto del tipo di superfici da dipingere: lo scorso anno abbiamo invitato Davide DPA, che lavora su pavimento, mentre quest’anno esperti per lavorare in altezza con rulli e scale.

In questa edizione 16 artisti si troveranno a Poggibonsi per intervenire sulle superfici interne del parcheggio, sgombrato per due giorni dalle auto; con muri già assegnati, preparati col fondo e altri che verranno rifatti.
Sarà una due giorni di scambio di idee, esperienze e tecniche tra artisti, alla quale si aggiungeranno writers “senza prenotazione” ma graditi; che riusciranno di sicuro a trovare una spazio per dipingere nei mille meandri del multi piano.
L’organizzazione quest’anno può mettere a disposizione spray, vernici, alloggi e una cena e non possiamo che ringraziare coloro che scelgono di venire a portare la loro arte in questo spazio.

L’esibizione di Esa sarà Venerdì 17 intorno alle 19:30, prima e dopo, Break Dance, Freestyle e showcase di rapper della scena locale, ma anche in arrivo da Empoli, Siena e Firenze per un evento all’insegna della connessione tra i territori di questa parte di Toscana.

Cos’è cambiato nell’organizzazione dopo l’avvento della pandemia?

Ha condizionato molte scelte nell’organizzazione. Abbiamo spostato Urban Connection da Giugno a Settembre e cambiato location; se avessimo usato il parcheggio per il concerto non avremmo potuto garantire il rispetto delle norme in vigore.
Già dallo scorso anno abbiamo previsto la parte musicale in un sottopassaggio pedonale in centro, con una specie di anfiteatro naturale formato da grandi scalinate, dove gli spettatori possono stare più distanziati.

Abbiamo anche scelto di non fare il concerto dell’ospite il Sabato sera, ma intorno alle 19:00 di Venerdì con l’obiettivo di diminuire il pubblico. Infine l’ente pubblico non ci ha potuto sostenere come prima della pandemia, ma siamo riusciti a sopperire grazie a aziende private del territorio.

Nonostante le difficoltà e le rinunce abbiamo ritenuto fosse ancora più importate continuare a dare un’offerta pubblica e di aggregazione a giovani e meno giovani del territorio; perché la musica, l’arte e la creatività sono componenti centrali della “salute” delle persone e delle comunità.

Urban Connection 4-Poggibonsi-18_Settembre-Flyer-Graffiti_Jam-Goldworld
Urban Connection #4Writing Jam – 18 Settembre

Cosa rimane a Poggibonsi dopo un evento del genere? La fiamma che si accende in quei giorni quante micce accende?

Anche questa è una storia lunga, i risvolti di eventi così, che lasciano traccia, sono tanti in vari campi; da quello artistico a quello sociale, passando da connessioni che generano opportunità di crescita personale e lavorativa. La fiammella si è accesa ormai 5 anni fa e anche se in alcuni momenti è diventata piccola piccola, non si è mai spenta; e l’impressione è che basta girare un attimo la rotella che si accende subito più potente di prima.

Venerdì 17 e Sabato 18 Settembre al Multi Piano del Vallone sarà possibile, durante il giorno, assistere al live painting con sedici artisti all’opera.
Venerdì 17 appuntamento al Sottopassaggio Pedonale Largo Gramsci a partire dalle ore 17:00 fino alle 22:00, con Esa Aka El Presidente, che si esibirà intorno alle ore 19:30, preceduto dai rapper e ballerini di break dance della zona, con Radio 3 Network in onda dal sottopasso e Zatarra a condurre il pomeriggio.

L’evento è possibile grazie al sostegno del Comune di Poggibonsi e al contributo di ESTRA, FMV Trasmissioni meccaniche, Accademia Santini; Italia Spurghi, OZ Shop e Eclipse Tatooo.

Costanza Conti, presidente della FMV Trasmissioni Meccaniche sostiene Urban Connection, Festival di Arte Urbana che da qualche anno arricchisce Poggibonsi con Street Art, Rap, Djing e Art Exibition.
Poggibonsi è la città dove abbiamo la nostra sede, le nostre radici.

L’obiettivo con cui partecipiamo si sposa perfettamente con il festival; che è quello di guardare al territorio dove siamo, dare un contributo per rigenerare e arricchire di arte, cultura e sostenibilità ambientale il tessuto urbano. E sostenere la crescita dei ragazzi, la loro espressività, la loro creatività.
Territorio, rigenerazione, giovani. Sono i tre assi fondanti a cui noi puntiamo nei nostri valori aziendali.


Urban Connection #4 – Link Utili

Info e Contatti: associazione.mixedmedia@gmail.com
Pagina Facebook (Link)
Pagina instagram (Link)