Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
ERA DAVVERO UNA SPADA DI HATTORI HANZO
Rap

Suarez punisce tutti con “Antieroe 3: The Punisher”



In questi giorni soffia un vento strano, che porta con sé echi di guerra e scie di pandemie.
L’aria si è fatta pesante, serve qualcosa di leggero per staccare un po’ il cervello, tipo un bel disco trap di questi ragazzini che quando cantano fanno skrr, brr e frr.

E invece no!
Oggi si parla del nuovo di Suarez, hardcore rap made in RM che spettina le treccine fluo dei suddetti individui senza usare mezzi termini. “L’Antieroe”, al terzo capitolo del suo viaggio, cala la maschera da Punisher e ci racconta il suo viaggio.

Suarez-Antieroe_3-The_Punisher-Album_Cover-goldworld
Suarez – “Antieroe 3: The Punisher” (Album Cover)

Suarez – “Antieroe 3: The Punisher”

  1. “Pentothal Intro”Suarez, DJ Drugo
  2. “Poco ma Sicuro”Suarez
  3. “Flyn Taggart”Suarez
  4. “Mjolnir”Suarez, Danno
  5. “The Punisher”Suarez
  6. “Naksukao”Suarez, Il Turco, DJ Drugo
  7. “Iron Man”Suarez
  8. “Stesso Meccanismo”Suarez, Rak
  9. “Marvel Zombies”Suarez, Royal Damn, Pacman XII
  10. “Time Bomb”Suarez, Metal Carter, Grezzo
  11. “Joe Yabuki”Suarez
  12. “Fianco a Fianco con il Diavolo”Suarez
  13. “Royal Rumble”Suarez, William Pascal, Spike, Supremo 73, DJ Ceffo
  14. “T-800”Suarez
  15. “Outro a Cazzo di Cane”Suarez
  16. “Nacapito GDB”Suarez, Lino, DJ Snifta

È la prima volta che ho il piacere di intervistarti, anche se seguo il tuo percorso artistico da tempo. Vuoi farci un riassunto, tanto per rompere il ghiaccio?

Dunque, sono figlio degli anni ‘80, ho iniziato prestissimo ad ascoltare e a immergermi in questa cultura che man mano mi ha preso a tal punto da farmi provare a mettermi in gioco. E oggi eccoci qua, rapper, produttore, finora 8 album, un mixtape, due ristampe, molti singoli, collaborazioni svariate, centinaia di palchi, fondatore della Nacapito e membro della Gente de Borgata Family.

Il motivo di quest’intervista è l’uscita del terzo volume della saga “Antieroe”. In quest’avventura ti cali nei panni di The Punisher e mandi a casa tutti. Ci libereremo mai di questa gente e della loro finta attitudine?

L’aria che tira è che sarà sempre peggio, lo abbiamo visto negli anni, e poi se finisce una moda è perché spesso viene sostituita da un’altra, nella maggior parte dei casi peggiore.

Questo per dire che se accendo la radio, se mi guardo intorno, se ascolto gran parte (non tutto) di quello che c’è in giro oggi e che i media definiscono “rap” rimpiango quello che schifavo anni fa, che perlomeno aveva senso chiamare rap. Salgo in macchina, accendo la radio e sento dire “E adesso il nuovo singolo del rapper X” e poi parte la peggio merda pop e mi incazzo tantissimo.

Suarez Antieroe 3 The Punisher-goldworld-2
Suarez

Mentre il panorama musicale vira verso suoni trappettoni ammiccando al grande pubblico il tuo suono rimane ancorato all’underground più vero; fermo sulle sue solide fondamenta ma non per questo statico, anzi, in continua evoluzione. Quanto impegno ci vuole per rimanere fedeli a sé stessi pur cercando di rinnovarsi?

Personalmente l’impegno che ci metto è sempre il massimo, ma avviene tramite un processo direi naturale, stimolato in gran parte dalla mia continua insoddisfazione e ricerca nel fare meglio; poi davanti al risultato finale spero di esserci riuscito.

Il lavoro è tantissimo curando da solo ogni singolo aspetto dei miei lavori solisti, il fatto che quello che faccio sembra rimanere comunque coerente con le produzioni passate non è mai “messo in preventivo” ma mi piace che sia cosi, rende anche il tutto riconducibile al mio stile personale.

Le tue rime trasudano rabbia e voglia di rivalsa nei confronti dei tanti pseudorapper ma anche verso le ipocrisie con cui ci scontriamo nella realtà di tutti i giorni. Qual è la cosa che ti fa proprio incazzare nella vita?

In generale nella vita mi fa incazzare l’assenza di meritocrazia, le ingiustizie, lo sfruttamento; cose che quando sono palesi e davanti ai nostri occhi fanno rodere il culo a chiunque abbia un cuore e una sensibilità.

Riguardo la musica invece, per farti capire la sensazione che provo, è come se il rap fosse la persona a cui tengo di più, che viene legata e torturata di continuo senza che io possa far nulla se non soffrire mentre assisto alla scena.

Suarez“Antieroe 3: The Punisher” su Spotify

Nei testi non le mandi a dire, anzi, fai nomi, cognomi e nomi d’arte. Come accoglieresti una risposta?

Secondo me è stato importante non cambiare nessun testo, registrare quello che avevo scritto nel momento in cui ho pensato di scrivere determinate cose. Basta coi nemici immaginari, vedo rapper contro questo o contro quell’altro che poi propsano tutti, ma proprio tutti, e mi chiedo: “Ma quindi con chi ce l’hai?”

Sinceramente non mi interessano risposte, poi se vogliamo dirla tutta, sono stato brutale con chi secondo me, con quello che fa, rovina l’immagine di una cosa che amo e che fa parte di me; nel caso di altri nomi ho solo descritto dei dati di fatto.

Il disco è pieno di riferimenti al mondo del cinema, quali sono i film che ti hanno condizionato di più nella tua formazione artistica?

Da sempre sono un super nerd di tutto, musica, cinema, serie tv, manga, animazione giapponese, fumetti americani. È ciò che stimola la mia scrittura la maggior parte delle volte e influenza anche il mio modo di produrre, in ogni mio disco, è inevitabile.

Riguardo la formazione artistica potrei dire che dal principio tutto quello che ho visto e continuo a vedere ne evolve progressivamente la forma. Alla partenza tutto il cinema Anni ‘80/’90 cut, b-movie, stranieri, italiani, di tutto; passiamo tranquillamente, che so, da un “Predator” con Schwarzenegger a una commedia sexy con Lino Banfi. “Ritorno al Futuro” trilogia preferita, John Carpenter regista preferito, ma potrei farti tipo una top 100 facilmente.

Suarez “The Punisher”

Chi si fosse trovato a scrivere un disco come “Antieroe 3” negli anni 90 avrebbe indirizzato la sua rabbia verso i sucker, i villain per antonomasia della cultura Hip Hop. Quanto conta ad oggi, secondo la tua esperienza, l’Hip Hop nel grande gioco del rap?

C’è tanto rap e pochissima cultura Hip Hop, nelle nuove generazioni è praticamente inesistente in Italia. L’attitudine poi è pari allo zero, la superficialità ai massimi livelli, i sucker degli anni ‘90 li preferisco nonostante tutto rispetto a quello che troviamo in vetrina oggi. Negli anni ‘90 “Antieroe 3” sarebbe stato molto più morbido.

Per chi ti segue non è un segreto la tua passione il mondo dei fumetti, tant’è vero che “Antieroe 3” è accompagnato da un fumetto che hai disegnato tu stesso. Da quanto tempo coltivi questa passione?

Disegno da che ero piccolo, è una cosa che non ho mai abbandonato, come non ho mai abbandonato in parallelo l’abitudine di comprare e leggere fumetti. Ho iniziato coi manga da piccolissimo, per poi estendere la passione in generale. Sono anche un tatuatore, anche se non pratico da anni visto il poco tempo che potevo dedicare alla professione. Come illustratore invece non mi sono mai fermato, ho disegnato anche diverse cover per altri artisti.

Suarez Antieroe 3 The Punisher-goldworld
Suarez

Com’è nata l’idea del CD + fumetto?

L’idea di inserire il fumetto nel booklet era una delle poche cose di cui ero certo prima ancora di iniziare a scrivere i testi dell’album; per riprendere il capitolo precedente, che già conteneva il fumetto, anche se in bianco e nero e con meno pagine, poi la realizzazione è avvenuta dopo, quando ho finito di aver registrato il disco.

La realizzazione del fumetto non è un lavoro da dilettanti, si vede dalla cura dei particolari. Possiamo trovare in giro altre tue opere?

A livello fumettistico, anche “Antieroe 2” conteneva il fumetto come dicevo. Poche pagine in bianco e nero, ora da tempo il cd è sold out ma lo abbiamo ristampato in audio cassetta di recente e per l’occasione ho personalmente reimpaginato il tutto; riadattando il fumetto per questa tape version.

Per il resto non ho fatto fumetti ma diverse illustrazioni per altri progetti: “Brutti Ceffi vol.2” di DJ Ceffo, “MissingNo” di William Pascal, “Tagli” di Mr Seyo e altri che devono ancora uscire. Inoltre ho disegnato parecchie illustrazioni per Welcome 2 the Jungle negli ultimi anni.

Io sono cresciuto con Topolino, i miei parenti hanno finanziato la costruzione dell’ala est del palazzo di Disneyland Paris; dall’adolescenza ho avuto amori alterni fra la Marvel e i manga di Akira Toriyama, passando anche per Cattivik. Volendo aggiornarmi, cosa mi consiglieresti?

Le opere di Toriyama, specie in passato, mi hanno accompagnato per svariati anni. Parte dei tuoi amori alterni da adolescente sono stati anche i miei, dove aggiungo anche tutte le opere Bonelli. mio padre ha comprato Tex e Zagor per una vita.

Negli ultimi anni mi sono lanciato a capofitto sulla Marvel, se ti piace anche il filone un po’ horror, visto che ci abbiamo fatto un pezzo in “Antieroe 3”, ti consiglierei proprio i primi capitoli di Marvel Zombies, opera di Robert Kirkman, lo stesso di “The Walking Dead”.

Il terzo episodio, nelle migliori saghe, chiude un ciclo. Nel futuro dobbiamo aspettarci un prequel alla George Lucas, un sequel in stile Abram/Johnson o episodi intermedi tipo “Rogue One”?

Mesi fa ti avrei detto che questa sarebbe stata la fine, l’episodio conclusivo. Oggi già non ne sarei così sicuro.

Probabilmente il mio prossimo lavoro non sarà “Antieroe 4”. Parallelamente potrei mettere da parte qualche traccia per riprendere il discorso e valutare poi in seguito se ha senso farlo uscire, ma ti dico già che se lo riterrò inferiore al capitolo uscito ora lo lascerei nell’hard disk.


Le tracce “Mjolnir”, “Fianco a Fianco con il Diavolo” e “Royal Rumble” sono presenti, o sono state presenti, in Keep Playin’, la Rap Radio Playlist di Goldworld su Spotify!
Seguila per rimanere sempre aggiornato su tutte le ultime uscite musicali! (Link)