Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
È SIMPATICA ED È ANCHE CARINA
Rap

Drago Vol. 2 | La seconda tappa del viaggio di Er Drago



Seconda Tappa.

“Drago Vol.2” è il secondo appuntamento con il viaggio artistico di Er Drago. Più che una tappa possiamo definirlo un territorio vero e proprio, che ci catapulta agli antipodi del precedente mood. Come già annunciato nella recensione del Vol. 1 (Link) ogni volta ci troveremo da tutt’altra parte rispetto alla precedente e su tutti i fronti: dalle grafiche, alla poetica, al flow, ai beats e ai featuring.

Pensate che esageri? Conosco da qualche anno il potente trasformismo di Er Drago, che si divora qualsiasi beat giocando con una versatilità assurda. Beh questa volta mi ha veramente stupita e addirittura stordita.

La rotta.

Partiamo dal fatto che al timone del Vol. 2 decide la rotta Mc Def: beatmaker e rapper con una capacità creativa fuori controllo. Attraverso una sorta di spettacolare follia artistica, Mc Def, ha sfornato tre beats assurdi che di base intrecciano l’electro music con il punk rock. Il tutto arricchito da contaminazioni e lampi di genio che a una certa raggiungono i massimi livelli.

I featuring inseriti in questo volume non riguardano il piano vocale. A questo giro di giostra è protagonista la disciplina del Djing, nello specifico il Turntablism, con tre dj da urlo: Ice One, Clas K e Snifta. Detto questo, siamo solo all’inizio, come se i beats ci indicassero la direzione intrapresa e gli scratch le coordinate di base per seguire la via. Poi arriva chi il viaggio l’ha vissuto davvero e si è attrezzato di tutto il necessario per accompagnarci alla meta senza perdere un colpo.

“Stò nell’abisso lo so, ma so che risalirò e tutto questo lo faccio per me.
Vado al tappeto però non vado mai K.o. mi rialzerò con la forza che è me”

Brano “Samurai”“Drago Vol. 2”
Er_Drago-Drago Vol.2-Fronte-goldworld
Er Drago“Drago Vol.2” (Fronte – Design Grafico a cura di Yest & Greta Greza)

Gli strumenti del mestiere.

Se per il Vol.1 insieme a Er Drago abbiamo visitato le parti interne e sensibili della camera magmatica, dove si è sviluppato il fuoco che anima la sua creatività poetica, nel Vol.2 arriva l’incontro con l’esterno e l’affermazione delle proprie attitudini. Un tema, che a livello artistico, è stato a mio avviso abusato tanto da stancare. Ma Er Drago non lo affronta con la banalità del Rap game scontato. Quello che combatte sul ring è il suo doppio, quel sé stesso che a volte sprofonda nella palude e manderebbe tutto a puttane. Il match è quello finale con il suo peggior nemico.

“Sfoggio questa luce che t’illumina è un faro,
essere sè stessi è il segreto più raro.
Ho ingoiato mostri e qualche cibo più amaro,
ma brillo anche nell’ombra come dopo uno sparo… bang!”

Brano “Samurai”“Drago Vol.2”

Dalla prima all’ultima traccia non c’è tempo per le incertezze e i dubbi. Er Drago sfodera skils a raffica e lascia senza parole. Tutto ciò che, per un senso autocritico elevatissimo, avrebbe potuto essere debolezza si rovescia nel suo contrario e diventa opportunità per manifestare il punto di forza. Er Drago attacca dal primo beat mettendo in scena una quantità di attitudine assoluta, che sventra le basi in tre modalità completamente diverse.

“È questione di struttura di allenamento…

Er Drago“Drago Vol.2” su Spotify

Un carisma esplosivo.

Er Drago esplode in tutto il suo carisma e lascia pezzi di sé stesso ad ogni barra, proprio come un vulcano che si è caricato di tutta la sua energia in profondità e non può più trattenerla. In questo nuovo lavoro Er Drago medita su ciò che è diventato e su ciò che lo ha costruito e allenato nel tempo.

Dedica ogni minimo dettaglio di questo progetto a ciò che lo ha fatto crescere davvero. Il Vol.2 è un omaggio alla scienza della doppia H e ad alcune delle figure portanti che hanno reso il suo allenamento una vera potenza: dai Club Dogo a 50 cent a Kaos One.

“Non predico la retta via, né un credo,
non giudico, non sono un santo ti spiego
come puoi aprire gli occhi, uscire dai tuoi blocchi.
Non aspettare la morte, il tempo batte i suoi rintocchi, okay?”

Brano “Ivan Drago”“Drago Vol.2”
Er_Drago-Drago Vol.2-Retro-goldworld
Er Drago“Drago Vol.2” (Retro – Design Grafico a cura di Yest & Greta Greza)

Conclusione.

La cosa che mi ha stordita è che Er Drago non rimane nella zona di confort tra la vecchia e la nuova scola, ma va oltre, creando un ponte totalmente hardcore che può connettersi a qualsiasi terreno fertile. Al genere musicale Er Drago ci arriva riscrivendolo di suo pugno. “Drago Vol. 2” è il tempio, la “Ziqqurat” di un Artista che ha sudato e si è spaccato le nocche per uscire dallo specchio e sfondare.

“Ed è L’anno del Drago da Minas Morgul, Cose Preziose diamanti rossi come Horcrux”

Brano “Ziqqurat” – “Drago Vol. 2”

Un artista che ha passato gli anni ad affinare i suoi strumenti ed è diventato oggi una macchina da guerra dal punto di vista delle capacità creative. In questo viaggio incontriamo un Drago che non trionfa sul ring sminuendo o infamando gli altri, ma mostrando l’intensità del suo carisma e il lavoro impeccabile che c’è dietro, oltre ad un livello tecnico strepitoso.

Er Drago non molla mai il colpo sullo spessore dei contenuti che sono spietatamente sinceri, fortificanti e carichi di cit. di ogni tipo.

È fisicamente impossibile che questo piccolo uomo possa vincere,
Drago è uno sguardo verso il futuro.”

Brano “Ivan Drago”“Drago Vol. 2”

Le tracce “RIBELLE” e “ZIQQURAT” sono presenti o sono state presenti, in Keep Playin’: la Rap Radio Playlist di Goldworld su Spotify! Seguila per rimanere sempre aggiornato su tutte le ultime uscite musicali! (Link)