Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
UNA VOLTA ABBIAMO UCCISO KENNY
Rap

Drago Vol.1 | La saga firmata Er Drago



L’inizio di un viaggio epico.

Sandro Roia, in arte Er Drago, inizia con energia dirompente questo 2022, proponendo un viaggio lungo tutto un anno. Un ciclo vero e proprio, diviso in tappe ben precise e assolutamente distinte tra loro.
Il rapper romano, classe ’92, ha concepito un progetto che ogni mese aggiungerà un pezzo di storia a quella che alla fine apparirà come una vera e propria saga. Alla data stabilita uscirà un volume di tre tracce, che ci accompagnerà alla scoperta delle tante facce del Drago e del suo eclettico potenziale artistico.

Drago_Vol1-Er_Drago-goldworld

“Beats al Dente”

In passato avevamo già avuto un assaggio della versatilità di Er Drago e, nello specifico, attraverso il format di sua ideazione “Beats al Dente”, disponibile su YouTube in quattro episodi, che trovate sul canale True Passion (Link) che ha curato l’aspetto video. Dal format ha preso vita e visto la luce l’Ep omonimo uscito a Settembre 2021.

In questo precedente lavoro le cinque tracce sono nate dall’incastro della poetica e del flow di Er Drago su basi completamente diverse, create da beat maker diversi. Per coronare l’opera. ogni traccia ospita un featuring di spessore legato a Sandro da una profonda stima artistica e umana reciproca.

“Siamo persone che si nutrono di musica. Avidamente consumiamo questo pasto sin dagli albori della nostra vita, senza mai farne a meno. Ogni genere ha svariati tipi di ricette, condimenti, spezie e cotture a seconda delle proprie influenze. Nell’estate dello scorso anno ci siamo divertiti a cucinare con diversi stili culinari, delle pietanze per le vostre orecchie.”

Er Drago

Filosofia artistica.

La filosofia artistica di Er Drago ora prende una forma ben precisa e si materializza in un progetto a lungo termine distribuito da Conspiracy Agency, che ci accompagnerà per un anno intero deliziandoci, scuotendoci, facendoci volare o grattare il fondo. Er Drago si radica in una scelta stilistica innovativa che mette alla prova ogni suo lato, ogni piega, ogni minima sfaccettatura senza mai perdere la centratura, in un rapporto d’amore viscerale e sanguigno con la Musica.

Ogni volume porterà la firma di un producer d’eccellenza, ci sarà una combo nuova ad ogni tappa e per quanto riguarda l’aspetto grafico, Greta Greza, Yest e Doubi si alterneranno e si intrecceranno per impattare col giusto peso questo laborioso progetto.

Io avrò il ruolo di reporter di viaggio raccontandovi ogni volta lo scenario in cui ci catapulterà il Drago.

Drago Vol.1 - Er Drago -Fronte-goldworld
Er Drago“Drago Vol.1” (Fronte – Design Grafico a cura di Doubi)

“Drago Vol. 1”

Partiamo dal primo scenario che appartiene al territorio intimo. Drago chiude gli occhi e lascia che il racconto parta dalle sue profondità, da dove il fuoco delle viscere ha visto nascere qualcosa di eccezionale e per certi versi incontrollabile. Tre tracce che si srotolano in un movimento di discesa, stasi consapevole e risalita.

Er Drago ci narra di come si è forgiata la sua forza, tenacia, capacità di adattamento e coraggio. Non parla a sé stesso allo specchio, ma parla a chi “sente” nel senso più ampio della parola. Chi sente è chi entra in connessione con l’altro, chi non si chiude dentro le sue mura fatte di coperture e convinzioni. Er Drago arriva con la sua vibrazione vocale calda e avvolgente e ci dona le pillole di alchimia a cui ci ha assuefatti nel tempo. Una poetica fatta di parole vive, nude, toccanti, di cui ha fatto esperienza in profondità.

Drago Vol.1 - Er Drago-Retro-goldworld
Er Drago“Drago Vol.1” (Retro – Design Grafico a cura di Doubi)

L’Essenza.

Quello che emerge da queste tre tracce, che sembrano le tre fasi alchemiche Nigredo, Albedo e Rubedo, è il riconoscimento da parte di Er Drago della luce trasformativa trovata nel buio. Una scintilla di fuoco negli occhi, che gli ricorda il bruciore di certi giorni e di certe esperienze, ma ora più di tutto gli pone tra le mani la capacità di domare l’energia pura del centro e usarla per creare espansione.

Quel Dragopartorito nella pancia del vulcano dove carne e acciaio si fondono” è a tutti gli effetti il guardiano, vorace quanto basta per mantenere la purezza del suo centro.