Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise che cos'è gold
Goldworld Logo
NON HO PENSATO, HO SOLO AGITO
Rap

Sakatena | 100 Motivi



L’inizio

Ho avuto il piacere di fare una bella chiacchierata con Simone, rapper sardo, in arte Sakatena.
Questo articolo nasce per svelare i passaggi e i “100 motivi” che lo hanno portato sulla via del Rap e della musica indipendente. Sakatena ha fondato nel 2020, in collaborazione con altri artisti, l’etichetta Romanticismo Periferico.

L’album da cui è partita l’analisi è l’Ep “100 Motivi” pubblicato il 02/04/2021 disponibile su tutte le piattaforme digitali. In questo lavoro Sakatena è come se chiudesse un cerchio che lo ha formato e fatto crescere di brutto.

È uno Storytelling dove la voce cruda del ragazzo di periferia si specchia nella meditazione matura dell’adulto che ha trovato la sua strada. Un percorso ad ostacoli che lo ha reso un uomo responsabile e saggio, con una grande voglia di offrire oppurtunità laddove a lui sono mancate. È un viaggio a tratti mozzafiato dove l’adrenalina ci porta a contatto con la vita del quartiere.

In questo scenario lo spirito del blocco diventa una bestia da domare con maestria, perché porta troppo spesso al limite, dove la perdita di equilibrio è all’ordine del giorno.

Sakatena“Da quando ho iniziato”

Chi è Sakatena?

Il nome d’arte “Sakatena” nasce all’interno del blocco Cannelles a Selargius nell’hinterland cagliaritano. E’ un amico che lo inizia a chiamare così per via della collana che porta. Questo diventa il suo soprannome nel blocco, e visto il potenziale metaforico diventerà più tardi il nome d’arte.

Durante l’adolescenza il blocco rappresenta un mondo estremo dove non esiste la via di mezzo e dove scegliere è praticamente impossibile. Dove il tutto e il niente sembra camminino mano per mano. Sakatena è un funambolo che cerca di trovare equilibrio sul filo, consapevole che basta poco a sparire nel vuoto. Simone è parte di quel popolo lasciato al margine, in una terra che non offre opportunità e sostegno, se non nel lato subdolo dell’illegalità.

Nel suo racconto ritorna alle memorie del ragazzo che è stato e traccia una radiografia sincera, spogliata di qualsiasi copertura. Una storia fatta di fotogrammi che ci fanno sentire il sapore dell’asfalto, del degrado e dell’abbandono. Allo stesso tempo c’è una famiglia che si unisce nei dolori, nelle fatiche giornaliere e crea legami che salvano.
La descrizione è quella di una tribù che sopravvive alla giornata. Rischiando tutto per portare a casa le briciole di un banchetto che si spartiscono altri. Una vita che sembra già predestinata all’espediente e all’illegalità e non certo per scelta quanto per necessità. Uno scenario dove i giovani cercano qualche piccolo bagliore brancolando nel buio.

L’incontro con la musica.

In quel periodo la musica fa da sfondo e da culla ad un sogno rubato ancor prima di nascere. Inizialmente è il punk a scandire il ritmo delle giornate e Simone trascrive i propri pensieri attraverso testi che cantano altri.
Ma è anche il periodo in cui qualche bell’esempio di Crew inizia ad emergere con determinazione.

Cagliari vede nascere la cultura Hip Hop con i Sa Razza e i Limbudos.
Sakatena rimane affascinato dallo stile della doppia H ed inizia così ad avvicinarsi ad una poetica cruda e realistica. L’incontro effettivo con il Rap e con la scrittura intramata sul beat avviene in condizioni molto particolari.

Sakatena-5-goldworld
Simone aka Sakatena

Il giro di boa.

A diciannove anni Sakatena si trova a dover fare una pausa meditativa, molto impegnativa, in comunità, dove ti viene tolto tutto per ritrovare l’essenza. Ed è tra i campi di autoproduzione della comunità che incontra un ragazzo marocchino amante del beat box. Da questa casualità arriva la spinta giusta per iniziare a sognare e camminare a testa alta.

Sakatena entra nel flusso e trascrive la storia che lo ha formato con un nuovo obbiettivo, diventare un rapper con i controcazzi. Un artista narratore che rivendica un posto dignitoso nel mondo, non solo per sé stesso, ma per una generazione che ha risorse da vendere.

Lasciata la Sardegna per un lavoro sicuro arriva a Firenze, dove in pochi anni crea una rete di connessioni che lo portano a calcare numerosi palchi insieme alla Sardust Crew.
Sono anni in cui Sakatena trova il suo centro di gravità, la sua luce e soprattutto la forza di pensare in grande.

Romanticismo Periferico.

Nel 2018, nell’incontro con Tenore e i btm206 Crew, prende vita un sogno collettivo ed un progetto di riscatto sociale veramente bello. Sono i primi mesi del 2020 che vedono realizzato qualcosa di davvero importante.
Il gruppo mette le radici ed avvia l’esperienza concreta della Label indipendente Romanticismo Periferico. Una realtà discografica che promuove i giovani artisti sostenendo le spese di produzione e marketing. Sakatena è artista, direttore artistico e produttore insieme a Last Garret, Beatmaker da paura che ha curato tutte le basi dell’album “100 motivi“.

Sakatena-3-goldworld
Sakatena

Il senso e l’essenza.

Attraverso questo impegno quotidiano Sakatena ha trovato il senso a tutto ciò che lo ha formato tra gioie, dolori, cadute e riprese. Sono davvero tanti i motivi che lo hanno spinto su questa strada, ma l’essenza che muove tutto è dare opportunità concrete alle nuove generazioni del blocco.
Occasioni che hanno bisogno di trovare sostegno e forza nel branco, in quella tribù che ha saputo superare il peggio e che conosce la matematica del limite e dell’ostacolo.

Niente arriva per caso, tutto è frutto delle nostre azioni e dove c’è il dolce, il facile, si trova sempre anche il suo opposto. Attraverso l’impegno, l’unione delle forze e l’attivazione di risorse creative Sakatena è l’esempio di un Rap che salva concretamente, sia nella visione individuale che in quella collettiva.

Tutto ciò avviene senza avere per ora grandi mezzi economici, ma lo strumento più potente che guida il tutto è il cuore, la generosità d’animo. Spero che questo esempio di vita Real di brutto possa far suonare le trombe nella coscienza di chi i mezzi li ha alla grande e si trova nella posizione giusta. La famiglia è una sola e si potrebbero fare grandi cose per chi cerca di emergere dalla palude.

Sakatena“100 Motivi” su Spotify

La traccia “La Speranza” è presente in Keep Playin’, la Rap Radio Playlist di Goldworld.