MUSIC

“Perché questa roba colpisce” rappa Bugs Kubrik in Canale Zero Pt.1 e per farlo non basta un giorno, non basta uno svogliato beat o un MC preso a caso dalla folla. “Tutto quanto immobile” questa la intro di DJ Craim, che si esprime tramite i suoi scratch. Questo è il primo mattone: un fermo immagine…

Tutti i Rappers di DJ Argento

Scritto il 20/04/17 da Anya Baglioni

“Perché questa roba colpisce” rappa Bugs Kubrik in Canale Zero Pt.1 e per farlo non basta un giorno, non basta uno svogliato beat o un MC preso a caso dalla folla.

“Tutto quanto immobile” questa la intro di DJ Craim, che si esprime tramite i suoi scratch.

Questo è il primo mattone: un fermo immagine su cui si struttura il castello argento del DJ omonimo che ha dato concretezza al suo primo progetto solista.

DJ Argento ha affidato brani come figli a rappers, che sapeva avrebbero trovato il modo giusto di curarli e “Bisogna dire che, a volte, affidarsi all’intuito altrui può rivelarsi interessante, perché si evidenziano aspetti che, al contrario, avresti ignorato del tutto” Commenta il producer, continuando, “Ognuno reagisce alla musica in modo del tutto personale, condizionandola e filtrandola attraverso le proprie esperienze. Ed è proprio da questa fusione di esperienze che prende forma la musica”.

Com’è nato il brano (a livello di tematiche e approccio con il producer) sul disco di Dj Argento?

DANNO Il brano Canale Zero Pt.1 nasce dal beat di Argento che me lo aveva mandato un po’ di tempo fa e mi aveva fatto venire l’idea di scrivere una strofa quasi tutta senza verbi, come se fosse un collage di immagini una dopo l’altra. L’idea era quella di riuscire a raccontare una società che è tossica di immagini, un mondo in loop dove vieni bombardato da mille stimoli, forse troppi e alla fine tutto risulta un po’ annichilito. Il beat mi sembrava adattissimo perché è molto paranoico e ha quella nota di dramma perfetta per l’argomento. Quando ho scritto la mia strofa l’ho passata a Kaos ed è nata l’idea di Canale Zero; ci siamo sentiti con Argento e abbiamo chiamato Paura e infine Bean e il pezzo eccolo qua… Anche se in realtà è uscita prima la Pt 2 sul disco Coup De Grace, ma questa è un altra storia…

PAURA Io sono stato il secondo a scrivere. In realtà la strofa del Danno ed il ritornello già esistevano e mi sono allineato alle sue tematiche. Il brano mi sembra abbastanza alla Artificial Kid, ed io in queste tematiche ci sguazzo. Il background mio e di Simone [Danno, ndr] è molto simile ed abbiamo un sacco di passioni in comuni.

DON DIEGOH Mirko [Argento, ndr] mi conosce bene e ha mandato un beat molto in target con i gusti miei e di Claver. In più, da buon producer, si è presentato con input sul tema da parlare e con questo sample vocale che funge da ritornello. Per chiudere il pezzo sono stato in studio da lui a Bari e abbiamo confezionato tutto. 

DSA COMMANDO Conosciamo Dj Argento da molto tempo, in passato ha fatto il mixaggio dei nostri dischi Retox e Sputo e degli scratch in diversi nostri pezzi. Ormai oltre a essere un bravissimo dj e producer è un amico. Va da sé che quando ci ha chiesto di partecipare con un brano nel suo disco solista non abbiamo esitato un secondo accettando con molto entusiasmo e naturalezza. Come tutte le nostre canzoni, partiamo sempre dal beat e a turno scriviamo la propria strofa in modo da creare un’atmosfera che sia omogenea con la base. Argento ci ha dato carta bianca e un tot di beat, abbiamo scelto quello che ci ha ispirato di più. Siamo molto contenti del risultato finale.

MUSTEENO Il pezzo ha avuto una gestazione abbastanza lunga dato che ci siamo confrontati con un  concept per nulla semplice che avevo proposto telefonicamente a Kiave. Lui ed io ci siamo poi trovati nella sede di Macro Beats e dopo una lunga chiacchierata sui cavoli nostri e sull’impianto lirico da adottare, che probabilmente ci serviva per condividere la vibra, abbiamo vomitato sui fogli (a dire il vero su un documento web condiviso) la traccia quasi definitiva, alla quale abbiamo poi dato la forma definitiva in sede di registrazione.

SHORTY Mi é arrivato un messaggio da DJ Argento, non ci conoscevamo ancora di persona, ma personalmente lo conoscevo  bene di fama ed avevo già ascoltato molte delle sue produzioni. Il beat che mi ha mandato, quello di “Oltre” mi suonava abbastanza anomalo inizialmente, rispetto a quello che faccio di solito, ma mi sono incuriosito e volevo vedere cosa ne sarebbe uscito fuori. Ho aspettato le strofe per poter scrivere il ritornello e dare un significato che potesse rendere il tutto una canzone. Blo e Madness hanno tirato fuori grande profondità, quindi mi é venuto molto istintivo usare certe parole e certe note. Sono veramente molto felice del risultato. Anche le immagini del video rendono perfettamente l’atmosfera del pezzo e ne tirano fuori una storia vera e propria.

LORD MADNESS Argento mi mandò i props per la mia ultima uscita Il Grande Addio e mi ha parlato del disco: gli avrebbe fatto piacere inserirmi in una collaborazione con Shorty e Blo/B. Conoscendo – e apprezzando musicalmente entrambi – Blo/B e solo artisticamente Shorty sono stato molto contento sia delle proposta, sia della riuscita del pezzo stesso: è il primo singolo del disco. Inoltre, ci siamo spinti oltre anche a livello di sound: il pezzo suona diverso da tutto il resto del disco.

KIAVE Be’ Mirko [Argento, ndr] ci ha dato via libera totale sugli argomenti da trattare, e l’idea di fare un pezzo sull’eterna sfida fra buio e luce è venuta ad Andrea [Musteeno, ndr], ma appena me l’ha proposta io sono rimasto subito entusiasta. Ci siamo trovati in studio un pomeriggio, con idee già appuntate, e abbiamo sfornato ritornello e strofe, insomma rap fatto d’istinto, ma di cuore e di pancia, come sempre ormai.

ESA Ho scritto Fuoco Fuoco Fuoco pensando agli spettacoli dal vivo, dove c’è sempre molta energia e quindi si suonano le canzoni più potenti. Sono contento perché è venuta una canzone che è a metà tra la vecchia scuola e la nuova e fa stare bene tutti quanti… Cosa non sempre fattibile.

ROMANDERGROUND – Prisma – Mister T – Dj Snifta  Il primo contatto con Mirko [Argento, ndr] è avvenuto diversi anni fa per una collaborazione sul nostro album Amor&Odio. Ne usci fuori il pezzo La Mia Preghiera di cui eravamo tutti e 3 molto soddisfatti. Mentre il nostro disco tardava ad uscire, dj Argento iniziava a lavorare al suo album e ci chiese di inserire quel brano all’interno di Argento. Essendo contentissimi di essere chiamati in un progetto così importante, abbiamo deciso però di lavorare su una traccia nuova e di ripartire da zero. Pochi mesi dopo, Mirko ci passò la strumentale di Everlasting Joint. Inizialmente non eravamo molto ispirati anche perché avevamo da poco esaurito una notevole quantità di rime e concetti per il nostro album. Poi la triste notizia: Primo Brown non c’era più e l’hip hop Italiano ha vissuto il lutto più grande degli ultimi 15 anni. David [Primo Brown, ndr] per noi, come per moltissimi altri mc della nostra generazione, era un esempio di vita e di musica assolutamente positivo. Chiunque lo abbia conosciuto personalmente sa bene quanto fosse straordinaria la sua persona e la sua anima. Insomma, proprio in quelle notti, le rime e l’ispirazione arrivarono spontaneamente, dettate proprio da questa triste circostanza. Gli scracth di dj Snifta nei ritornelli, hanno poi definito ancora di più il messaggio che volevamo mandare con questo brano: esorcizzare i problemi e i propri mostri attraverso le proprie passioni, come ci aveva insegnato Primo.Dopo aver chiuso il pezzo eravamo tutti e quattro indecisi se farlo uscire o meno perché sarebbe potuto sembrare un po’ una forzatura, una paraculata…  Alla fine, consapevoli del nostro percorso e delle nostre motivazioni, abbiamo capito che questo brano doveva uscire. Mirko stesso ci disse che David avrebbe dovuto essere presente nel suo disco e che con questa traccia in qualche modo era un po’ come se ci fosse anche lui. L’ultimo scalino rimasto era il titolo, l’ultima cosa a cui solitamente si pensa. Everlasting Joint è il nome della jam tributo a Primo Brown creata dalla King Kong Posse di Welcome 2 The Jungle, che ci ha concesso il permesso di utilizzarlo per questo brano.

CLAVER GOLD Mi ha contattato Dj argento sulla pagina ufficiale Facebok, dicendo che, parlando con Diegoh, era spuntato fuori il mio nome per un interessante collaborazione sul suo nuovo disco in lavorazione. Mi ha elencato i feat. degli artisti che ne avrebbero fatto parte e si è complimentato con me per il disco Melograno. Si è posto molto umilmente nei miei confronti, come se due persone sconosciute si presentassero per la prima volta. In seguito mi ha passato diverse produzioni, tutte molto “classicheggianti”, fino a trovare quello adatto per me, io ho iniziato a scrivere di getto, senza pensare ad un tema o ad un concetto ben preciso: quello che il beat mi ha ispirato è uscito fuori, il volto del momento.

BANANA SPLIFF Allora, il brano nasce successivamente al nostro ormai più che decennale rapporto con Mirko [Argento, ndr], in quanto noi di Ancona e lui di Bari siamo accomunati dagli stessi amici della stessa crew. A noi servivano beats per il nostro disco (a breve in uscita) e lo abbiamo contattato come sempre, quindi prima un pezzo poi un altro e un altro ancora, alla fine cercando la perfezione ci ha passato questo beat con un sample preso da un pezzo incluso nella colonna sonora de Il Grande Lebowsky ed è stato tutto automatico. Sai, noi, oltre ad avere un Drugo in formazione, siamo molto (molto) vicini a quello stile di vita disincantato: siamo pigri, poco o nulla facenti, piuttosto spiantati ecc… Ma ci piacciamo lo stesso!

METAL CARTER Argento mi ha contattato per partecipare a questo album. Sono stato tra i primi ad essere contattati e tra i primi a consegnargli la traccia. Sono stato abbastanza rapido anche perché non si tratta di una canzone vera e propria, ma di una strofa e quindi mi ha richiesto meno tempo del previsto. Gli avrei dato volentieri una canzone “intera”, ma ero assorbito da altri progetti e non avevo assolutamente né tempo né energie per consegnargli una canzone nel senso più classico del termine. Momento Opportuno è una strofa in pieno stile Metal Carter, scritta in modo abbastanza istintivo che funziona molto bene da sé e all’interno dell’album.

BLO/B Il titolo del pezzo è venuto in mente allo stesso Argento. Partendo dalla parola Oltre siamo andati a schema libero pensando a quello che ci comunicava e l’atmosfera che creava il beat malinconico e introspettivo. Madness come un fulmine ha scritto la sua strofa, poi mi sono accodato io e infine Shorty ha fatto il fiocco al tutto con il suo ritornello azzeccatissimo.

SOTTOTORCHIO  Il brano è nato in maniera totalmente naturale, dato che noi e Argento ci conosciamo e facciamo musica assieme da moltissimi anni. Ci siamo conosciuti intorno al 2000 e da allora abbiamo fatto molti live insieme. Argento ha sue produzioni su tutti i nostri lavori e abbiamo persino fatto un EP in coppia.

Il disco nella sua interezza – valutando anche i feat, i beat, ecc. – suona come ti saresti immaginato?

DANNO Il disco è tosto e potente come me lo aspettavo, conosco lo stile di Argento e il suo suono ed è riuscito benissimo a creare un album solido, non ci sento rimpianti del tempo passato ma un modo coerente di fondere nuove e vecchie sonorità insieme per proporre un disco bello hardcore con un anima tutta sua!

PAURA Non avevo preconcetti su Argento. Nel senso che ignoravo totalmente la direzione sonora del progetto, quindi non mi immaginavo nulla. Mi ha sempre dimostrato rispetto, e lo conoscevo prima come dj che come produttore. Abbiamo avuto modo di legare quando ha curato il re-mastering per il vinile di Darkswing, su etichetta Tannen. Mi ha detto che avrebbe voluto il mio rap sul suo disco, ed anche se non sono uno che fa molti featuring, non potevo che dargli la mia fiducia e ricambiare la stima. Purtroppo quelli della vecchia guardia, che si sbattono ancora per fare cose valide, siamo in pochi. Credo sia molto bello supportarci a vicenda e darci una mano. Poi a Bari, a base di mare, si mangia da dio. Mi conviene tenermi buona la scena barese, che amo tutta, oltre Argento.

DON DIEGOH Ho spinto molto per fare questo disco. Ne conosco i passaggi principali, da inizio lavorazione fino all’uscita. Eppure, il risultato finale ha stupito anche me. Credo che chi ha collaborato sapeva di poter contribuire a un album destinato a rimanere del tempo. Mi auguro che il destino di Argento sia proprio questo.

DSA COMMANDO Suona molto bene, come tutto quello dove mette mano Argento, garantendo sempre una qualità ineccepibile. Tecnicamente è un lavoro ben curato dall’inizio alla fine, su quello non abbiamo mai avuto il minimo dubbio. Siamo fieri di condividere il disco con alcune delle persone che stimiamo di più della scena italiana. Portando il nostro contributo 100%100 hardcore come sempre.

MUSTEENO Scendere in pista con la mediocrità non era una carta da giocare per un disco nel quale sapevamo riunite produzioni blindate ed esponenti di peso di questa cosa qui. Per questo ho immaginato, cosa confermata dall’uscita, che tutti sarebbero arrivati almeno col napalm e così abbiamo spinto per ottenere l’ordigno nucleare favoriti dalle atmosfere trasmesse del beat.

SHORTY Il senso della cultura hip hop è proprio quello di mettere insieme, e questo disco lo ha fatto. Il tutto suona fresco alle mie orecchie, tutto l’album strizza l’occhio alla tradizione ma si apre a sonorità sperimentali. Mirko non ha avuto paura di mettersi in gioco e di rinnovarsi, e queste sono le qualità che rendono un producer veramente grande. Anche nella scelta degli ospiti troviamo vere e proprie leggende del panorama hip hip italiano, ed ho ognuno ha dato un proprio frammento di cuore. Mi fa strano leggere il mio nome tra tutti questi giganti, sono davvero onorato di esserci.

LORD MADNESS M’immaginavo che fosse di spessore e che fosse su quel tiro ’90-Core a parte un paio di episodi tra i quali proprio Oltre, che in effetti è un po’ più “radio-friendly” – anche se poi non so quanto le radio siano friendly -. Ha sicuramente un gusto diverso, rispetto a tutto il resto del disco.

KIAVE come suono, e parla il Mirko [I.O., ndK] fonico, non si può dire nulla a Mirko [Argento, ndr], anzi col tempo ha affinato sempre di più le sue caratteristiche e la sua attitudine hardcore al missaggio, mi piace molto. Come disco avevo sentito qualcosa, ma poco rispetto a tutto il resto, e a parte un paio di punti legati al rap, mi ha stupito in positivo, la maggior parte dei rapper penso abbia dato tanto, d’altronde Mirko lo merita, e spero che il disco arrivi alla gente come qualcosa di genuino e Hip Hop al 100%.

ESA Certo e so anche esattamente chi ha fatto i mixaggi e la masterizzazione e ha fatto un bellissimo lavoro… Si tratta sicuramente di uno dei dischi più potenti dell’anno ed è destinato diventare un nuovo classico.

ROMANDERGROUND – Prisma – Mister T – Dj Snifta Mirko [Argento, ndr] è un produttore dalle tinte cupe. Conosciamo bene il suo gusto nelle produzioni musicali e l’atmosfera sonora che ci tiene ad imprimere ai suoi lavori. Ci ha messo tanti anni prima di far uscire questo disco, anche perché è estremamente severo ed esigente con se stesso quando si parla di musica e molto probabilmente, come noi, è uno di quelli che produce solo quando è maggiormente ispirato. La qualità sonora di Argento è indiscutibile, anche grazie alla lavorazione del master finale che è passata per le mani di Stabber al Rug Beatz studio di Roma. Tutte le basi dell’album hanno un gusto e un sapore ben definiti, il che lo rende un prodotto musicalmente omogeneo e originale allo stesso tempo. Il disco è un vero e proprio viaggio nella realtà, una dimensione molto lontana da quella che oggi ascoltiamo troppo spesso nell’hip hop italiano. Le collaborazioni sono tutte di altissimo livello e sembrano rappresentare tutte una stessa scuola, arricchiscono l’album di contenuti forti e sempre diversi tra loro. Non potevamo aspettarci di meglio dall’ascolto di quest’album che molto probabilmente sarà destinato a respirare e ad essere ricordato negli anni.

CLAVER GOLD Il disco suona esattamente come lo immaginavo, ho avuto il piacere di poterlo ascoltare per intero mesi prima della sua uscita ed ero entusiasta del prodotto finale. Sono onorato di poter far parte di grandi progetti come questo.

BANANA SPLIFF Che dire, certo che suona come mi sarei immaginato, è un disco Hardcore con l’H maiuscola. I featuring all’interno sono tutti all’altezza delle basi e la cosa che più ci è piaciuta è l’alchimia che si viene a creare in ogni singolo pezzo, vuoi perchè base e rap collimano alla perfezione (come nel nostro caso) o vuoi perché gli abbinamenti base-ospiti sono indovinatissimi, vedi il pezzo di Claver con Don Diegoh.

METAL CARTER Sono molto contento di essere presente su questo progetto. Mi piace nella sua interezza… feat potenti e beat potenti. Il disco suona molto bene, non mi ha affatto deluso ed è uscito fuori propio come prevedevo.

BLO/B Certo! Da un produttore come lui non poteva uscire che un prodotto così: crudo, potente e attaccato a un certo sound che ha fatto la storia di questo genere in Italia.

SOTTOTORCHIO Il disco è esattamente come ce lo aspettavamo, perché rispecchia al 100% (almeno secondo noi) il suo gusto e i suoi ascolti. A partire dalle basi fino alla scelta degli artisti, credo sia proprio il disco che aveva intenzione di fare.

“L’Hip Hop è morto”.

Ne siete proprio sicuri?

Anya Baglioni Autore

Anya Baglioni
Egocentrica con stile, creativa per necessità, public relator per vocazione, devota all'obiettivo e manager a tempo perso. Forse ho detto tutto.

December 2017

Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Related

#beatmaKINGS: i top 5 per Dj Argento

MUSIC 13.07.17
Scritto da Zreticuli

Who’s the King

NEWS 31.03.09
Scritto da Paolo del Kemp

Street Addict VIII

STYLE 1.06.07
Scritto da Emi