MUSIC

#12 Recensioni di Dischi sotto forma di dialoghi di Aristotele o Pedofili Greci

Noyz Narcos/Fritz Da Cat Gulag&Morte Review

Scritto il 3/06/15 da Mortecattiva & Gulag

Mortecattiva: ciaaao
ci sei? eh? ci sei?
pronto? gulag? pronto ci sei?

Gulag: ecchime

Mortecattiva: dai che dobbiamo recensire il disco di Fritz e Noyz dal nome localz only

Gulag: allora abbiamo comprato originale er disco de fritz e noyz LOCALZ ONLY

Mortecattiva: che tra parentesi è tipo dal 1992 che pure i negri han smesso di usare la z al posto della s nel plurale

Gulag: esatto, e sicuramente leggeranno sta recensione quindi vediamo de annacce piano (da ora in poi infilerò inserti in romanico per essere più roman friendly)

Noyz Narcos

Mortecattiva: partiam da intro

Gulag: ok daje secco

Mortecattiva: figo il beat chi l’ha fatto? trololo

Gulag: ahahahahah
lo ha fatto dj sine

Mortecattiva: abbiamo la lista dei producers?
scusa, producerz

Gulag: esatto i producerz

Mortecattiva: l’enturagge mio

Gulag: anche perché altrimenti diresti noys non noyz
bello il beat senti qua, già mi sto arrapando
me piasce anche l’arraggiamento ner ritornello
ci stanno gli scratch????? siamo sicuri che non sia davero der 92 sto disco?

Mortecattiva: a me noyz piace un sacco ma ogni roba che fa mi da l’impressione che tipo ai tempi di Guilty si sia chiuso in casa per 6 mesi e abbia scritto tutto il suo repertorio futuro

Gulag: oh io so’ ggià alla 2
è andata da sola

Mortecattiva: bè dai almeno non ci sono le sirene da stadio

Gulag: The Chef non è male, stilosissima

Mortecattiva: nono ma io so già che sarà un discone

Gulag: anche qui ce stanno degli scratch, mi fanno godere

Mortecattiva: cioè io proprio noyz lo amo duro

Gulag: boh io ormai ho sviluppado una capacità de escludere le frequenze della sua voce
come con mia madre, ma solo perchè voglio godermi prima le strumentali e poi ascoltare il disco

Mortecattiva: è che poi nei dischi suoi sento sempre le solite due canzoni, quelle col beat che mi piace di più, perchè alla fine poi quello che dice è la stessa roba su tutti i pezzi alla fine

Gulag: Staccavì
ti posso dirche so già che in ogni strofa ci sarà almeno una rima con una parola in spagnolo o un riferimento al sudamerica, me lo sento

Mortecattiva: cioè se gli devo proprio fare un appunto sul rap è: TAGLIA QUEI BAFFI DIOCANE
passo alla 3

Gulag: noyz è un bel ragazzo, peccato che lo confonda sempre col cantante dei verdena
cioè se mi dici “noyz” nella mia testa sto immaginando il cantante dei verdena

Mortecattiva: ah ma è quella del video questa
madonna che merda che è quel video, non ha senso

Gulag: si infatti, cioè proprio non mi piace, anche se capisco perchè piaccia
è un video che però non mi gusta, senza originalità…non è che vedere due film di rodriguez ti rende regista
cioè il prete è tipo per terra con quelli che gli puntano le armi
scena dopo in piedi con i fucili in mano tutto figo con le suore fregne
ma chi cazzo lo ha fatto il montaggio di sta scena? c’è Ejzenstein che si sta rigirando nella tomba
però son riusciti a fare la color correctione come in machete, saranno stati a festeggiare un mese

Mortecattiva: però debochka mi era piaciuta (non so come si scrive)
vabbè questa la skippiamo che l’ho già sentita?

Gulag: ok

Mortecattiva: El Padre
sto meglio drunk che sobrio
PROTECT ME EL PADRE

Gulag: beh però basi magnifiche, Fritz eroe indiscusso del beat
pure noyz è bravissimo
bravissiMo sempre, grande rapper romano della nostra contemporaneità

Mortecattiva: generazioni di milanesi che tentano di mettere le parole in inglese nel discorso e fanno ridere, arriva lui e TAAAAC

Gulag: vabè i rapper milanesi si consoleranno col fatto che tanto prima o dopo son venuti tutti qui a incidere la loro roba, quelli che contano almeno…. volevo dire quelli checconteno

Mortecattiva: vabbè passo a quella con salmo dai

Gulag: ok pure io

Mortecattiva: comunque mi piace di più lui su sti beat che sui soliti

Gulag: si infatti, però rennemosei conto che fritz è bravo, è dell’era a.l. (avanti Logic) non d.l. (dopo Logic)

Mortecattiva: cazzo succede se tocchi il theremin?

Gulag: Ma infatti me lo chiedevo pure io

Mortecattiva: che fai una nota molto alta?

Gulag: non è mica un diapason

Mortecattiva: ma boh una mano regola la tonalità una il volume
non lo tocchi in teoria

Gulag: esatto
dipende da dove avvicini la mano

Mortecattiva: magari se lo tocchi fa tipo il suono dell’allegro chirurgo quando sbagli

Gulag: magari sE lo tocchi esplodi

Mortecattiva: passo a black box
però ho già l’angoscia che ho visto che c’è ensi in quella dopo

Gulag: chi è il campione all’inizio? lou x?
o deemo?

Mortecattiva: e che cazzo ne so

Gulag: minchia senti che beat
bravo fritz tanti bocchini virtuali

Mortecattiva: a me non piace sto qui in realtà
chi è jack the smoker?

Gulag: è un rapper bravo, molto sottovalutato a parer mio
non scherzo
è uno dei miei rapper preferiti italiani, assieme a Guè, Kaos, il Neffa di 20 anni fa e Dargen

Mortecattiva: mortecattiva pare un nome serio in confronto
dai passiamo a quella
ooo sto beat mi piglia bene
aaaaa spè ma è quello del machete mixtape
che fa le rime con le filastrocche lol

Gulag: c’è pure Ensi il tuo amico, so che ti piace molto
beh margherita crack spacca come punch line, poi sei di trento aka non capisci un cazzo
e ascoltando sto pezzo aggiungo che now if you don’t put the inserto in inglese non vali niente

Mortecattiva: sto pezzo è fico però

Gulag: si

Mortecattiva: li ringrazio per aver messo Ensi in fine agevolandomi la skippata
anzi sai cosa ti dico, skippo sulla fiducia e manco me lo ascolto
tu sentitela pure intanto io ascolto l’interludio
e penso a Nitro bol body che balla come Beyonce
cazzo perché nessuno fa più gli skit nei dischi?
vabbè in effetti poi rompono le palle

Gulag: eh, ecco

Mortecattiva: dai dimmi quando hai fatto con ensi che passiamo direttamente a talent show

Gulag: minchia sembra de esse’ tornato a 16 anni fa
me stanno spuntanDo i baggy
e gli occhiali da sci messi sulla testa rasata, e mi sto proiettando nel passato al periodo dell’Indian Cafè di Moscova (oggi the club)

Mortecattiva: io ho ritrovato i miei primi baggy

Gulag: che culo

Mortecattiva: sono a talent show

Gulag: io li ho ancora comunque uno paio della Pelle Pelle e gli altri della AMC famosi perché avevano gli elsstici in vita e in fondo alle gambe
così non andavano sotto le scarpe

Mortecattiva: madò che bello siamo alla 9 e non c’era manco una traccia trap di merda
comunque ridendo e scherzando me li sto praticamente sentendo tutti senza skippate clamorose, è un bel disco
però quei baffi
sono a monumenti

Gulag: oh comunque quello che mi rimane in testa con sto disco sono le strumentali mazzata in faccia bellissime e il disrispetto per il congiuntivo, finalmente stiamo ascoltando un disco per quelli della nostra età
comunque devo confessare che ho spento il disco da mo’

Mortecattiva: ahshashashahshashash

Gulag: troppo bello per ascoltarlo così con disattenzione, merita n’attenzione come una figa/fica

Mortecattiva: eeee ma che pezzone questo
allora passo alla 11 visto che mi stai ingannando
e anche perché devo portar giu Cthulhu che è qui che spacca le palle
qui si contraddice, prima dice di essere sul balcone in boxer, poi dice che è una fredda notte di dicembre

Gulag: ahahahahah

Mortecattiva: bè dai il pezzo è carino però skippo per le ragioni sopra esposte
sono a polvere di stelle

Gulag: ma ndo vai se ‘a banana non ce l’hai?
comunque il mio giudizio su sto disco è: MOLTO BELLO

Mortecattiva: sgusciate sta capasanta che c’hai dentro il tanga
e ma che palle i ritornelli con la voce pitchata in basso
pensavo ce li fossimo tolti dalle palle invece no

Gulag: non so dove posizionarlo nella classifica, sopra o sotto Francesco Paura?

Mortecattiva: Paura mi è piaciuto di più

Gulag: forse anche a me
allora sotto Paura

Mortecattiva: mi sento l’ultima che non si sa mai
magari è il pezzo più bello del mondo
ah no mi sa che è uno skit visto che dura 1 minutino
bè dai alla fine 2 sono interludii, quindi ha 11 tracce, mi piace, disco veloce, bello, bravi tutti, belli e bravi
giudizio: TAGLIA I BAFFI
giudizio 2: FRITZ PETTINATI
giudizio 3: vado a pisciare il dog
FINE

La classifica dei dischi recensiti da Mortecattiva e Gulag


Le opinioni espresse nell’articolo sono a titolo personale dell’autore e non rispecchiano necessariamente il punto di vista della testata Goldworld. 

Mortecattiva & Gulag Autore

Mortecattiva & Gulag
"Soffrirai, morirai, e a quel punto io sole vento vino e trallallà, stronzo"

Related

Il nuovo album di Max Penombra & Visioni Di Cody

MUSIC 4.11.19
Scritto da Andrea Golinucci

Euterpe: l’ultimo disco di File Toy

MUSIC 18.10.19
Scritto da Andrea Golinucci

Gaza Is Alive 2019

STORIES 11.10.19
Scritto da Andrea Golinucci