Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise che cos'è gold
Goldworld Logo
OOOOOOOOOOH YEEEEEEEEEAAAAAH!
Rap

Rancore | Alchimia ermetica



Sai che principeggiare è un’arte e ogni principe che si rispetti dev’essere blu come il cielo, avere virtù e trafiggere spettri. Ogni principe che si rispetti dovrebbe tenere un cavallo fedele da trattare come lo spirito, come chi naviga fa con le vele”

Sangue di Drago Album Musica per Bambini
Rancore Alchimia ermetica
Tarek Iurcich Aka Rancore

Il Cantastorie

Oggi ho scelto di portarvi con me alla scoperta di un Cantastorie che ha fatto del tempo e della storia del mondo, un viaggio oltre qualsiasi confine. Riavvolgendo la matassa fino a cogliere l’inizio del filo che ha dato colore all’arazzo dell’Umanità. Rancore, all’anagrafe Tarek Iurcich (Roma 19 Luglio 1989), ha architettato un piano per il quale non possiamo predire a cosa realmente porterà, io posso solo dirvi che rimarrà un segno inciso nella storia.

Questo è il canto di un cantastorie qualunque dentro quel regno, che narra di principi e maghi come ci fosse un oscuro disegno. E racconta di draghi, di uomini destinati a sembianze orripilanti che solo le labbra di una principessa potrebbero sciogliere tutti gli incanti”

Sangue di Drago Album Musica per Bambini

Bambini dagli occhi di Sole

Sangue di Drago è una favola che mi fa venire in mente una poesia che mi riempì il cuore di speranza un po’ di anni fa. Proiettandomi in una visione che trovava nel buio pece l’origine di una nuova Luce libera da vincoli. Dedico la recensione di Rancore a quelli che secondo me sono i Bambini dagli occhi di Sole. Coloro che portano sul pianeta la visione di un Cielo che sposa la Terra e la feconda per l’ennesima volta. Ma con una storia alle spalle che promuove un’evoluzione di coscienza assolutamente necessaria. Questi bambini sono cresciuti e sono diventati giovani uomini capaci di rivendicare il potere dell’unione sulla separazione, lungo il sentiero che ci sta portando verso il salto quantico di cui si parla da un pò. Sri Aurobindo li descrive nella sua poesia con queste parole:

Ho visto i luminosi pionieri dell’Onnipotente al confine dove il cielo si volge verso la vita, scendere le scale d’ambra della nascita; i precursori di una divina moltitudine. Essi venivano sul sentiero della Stella del Mattino, nella piccola stanza della vita mortale. Li ho visti attraversare la penombra di un’età, i bambini dagli occhi di sole, portatori di una meravigliosa Aurora”

I Bambini dagli occhi di Sole
Rancore

Spiriti ribelli

Io penso che sia giunto il tempo in cui la penombra di quest’età, avendo raggiunto il suo apice, sia destinata a decadere e lasciare il posto ad un nuovo inizio. Rancore attraverso una spietata consapevolezza sa di essere atterrato su un pianeta che ha fatto della dualità un sicario perfetto per uccidere lo spirito dell’Uno nell’Unità.

“Rancore resto solo perchè il resto è solo cenere, da quando questo mondo un giorno ha assassinato Venere. Da quando quelle tenebre nere come il Tevere hanno coperto ogni speranza, ogni cosa in cui credere”

Intro dell’Album Segui Me 2005

L’Inizio

Già a quindici anni Tarek ha come una morsa intorno al cuore, la sua sensibilità sottile si specchia nella realtà che ha intorno e Sono cazzi! Rancore pur essendo giovanissimo è alla ricerca di un senso che possa comprendere il flusso che dà vita alla realtà oltre i confini visibili. Inizia il suo percorso artistico partendo dalla risorsa che ha più vicina, un’emotività senza freni e senza censura. Rancore raccoglie ciò che osserva all’esterno, lo affetta per osservarne l’interno e poi mette tutto nella stessa pentola. Gli ingredienti sono pessimi ma accende comunque il fuoco.

Passano quattro anni dal primo album “Segui Me” e in questo tempo il fuoco vivace del suo spirito ribelle ha portato l’acqua ha cambiare stato. Libera i vapori sottili che riportano in cielo quell’acqua che dà forma alle cose e che è stanca di trattenere una memoria pesante come quella umana. Ed è proprio nelle più alte sfere che i vapori di una coscienza veramente espansa trovano l’ispirazione per riportare a terra qualcosa di eterno e indimenticabile. Inizia a questi livelli il viaggio di Rancore e Dj Myke Aka Micionero, che nel loro primo incontro riescono a cogliere l’opportunità di andare oltre a qualsiasi contenitore per rovesciare fuori un contenuto ribelle in tutti i sensi.

Rancore & djMyke – TENGO IL RESPIRO

I primi due progetti realizzati sono sperimentazioni stilistiche fuori dall’ordinario, sia per la poetica che per il suono. Questi due artisti partono per un viaggio innovativo che non prevede comfort zone. Acustico, dell’anno 2010, ed Elettrico, dell’anno 2011, sono i due Ep che aprono il varco alla creatività esplosiva di Rancore e Dj Myke.

“Vivo nel Mercurio cromo, bevo acqua color cloro, questo sole è morto buono perchè il male è tutto d’oro e colpendolo non gli levi gli occhi. Vi fa tutti allocchi e dal pendolo senti i rintocchi ma se ora non li blocchi… Attento che arrivare in tempo è difficile”

E’ Difficile ft Aladyn Ep Elettrico

Silenzio

Con l’Album “Silenzio“, dell’anno 2013, il tuono sonoro di Dj Myke interrompe il rumore ormai assordante di una società che sembra non essere più in grado di vedere dall’alto e cogliere l’essenza del viaggio sulla Terra. Il canto di Rancore riempie di pioggia questo cielo plumbeo e dopo 15 tracce devastanti di potenza, rimaniamo bagnati fradici e infreddoliti con la sola voglia di scaldarci al fuoco.

” Alza su la testa, guarda tutto quanto, montagne di mattoni intorno a valli d’asfalto. L’asfalto non è terra non puoi lasciare un’orma se non con il pensiero, che in eterno ritorna.”

L’Eterno Ritorno Album Silenzio

Dj Myke quando suona sembra abbia a disposizione un’orchestra, tante sono le contaminazioni elaborate partendo da una cultura musicale a 360°. Oltre ad un profondo rispetto per la Musica si percepisce una sperimentazione che estende il suono, fino a sfruttarne tutte le opportunità. Una sorta di speculazione che porta a trovare nuovi compromessi tra un Mood e l’altro. Dj Myke porta nel suono un Verbo che prende forma e si rende palpabile. Gli scenari del viaggio sonoro catapultano Rancore in dimensioni effettive, che prendono vita e lo trascinano. Il buio pesto di D.A.R.K.N.E.S.S. avvolge il lungo sonno umano, che viene squarciato all’improvviso dal lampo di consapevolezza di un incubo, quello di Rancore. L’Album Silenzio è una botta di testa contro le pareti di quella scatola fissa e apparentemente immutabile in cui ci siamo infilati.

Causa ed effetto

Rancore e Dj Myke con l’urgenza di chi non può sprecare nemmeno un secondo ci proiettano in un disastro spirituale senza precedenti. Ma Rancore sa che ogni effetto ha la sua causa e quindi riavvolge la matassa della storia dell’umanità. Cercando il senso di una caduta così in basso nell’oblìo della parte spirituale della realtà. Per arrivare al dunque senza incartarsi nei mille vestiti che la storia ha cucito addosso al Mistero, Tarek va alla ricerca della memoria dell’acqua, che nel tempo ha conservato la traccia di un sentiero al di là di qualsiasi dogma e dottrina.

Rancore Alchimia ermetica
Rancore

Scienza Ermetica

Nata nella falda acquifera più profonda in assoluto, la Mesopotamia, la Scienza Ermetica è il ponte tra la Terra e il Cielo. L’Alchimia che deriva da questa scienza dello spirito è il tracciato più autentico per comprendere l’Esistenza e le leggi che ne determinano l’aspetto visibile e invisibile. Rancore non entra in queste pagine di storia antichissime con l’orgoglio di chi pensa di essersi evoluto rispetto all’uomo antico. Arriva in quel solco che ha dato vita a tutte le religioni, le filosofie e le scienze, con l’umiltà di chi non sa più nulla, ma cerca la Verità oltre l’apparenza. Ed è qui che trova la sorgente di una spiritualità talmente vera da alimentare ogni forma esistente, compreso il suo Universo interiore.

Attraverso la matematica del Cosmo e le leggi che ne regolano qualsiasi processo, visibile e invisibile, Rancore comprende che la complessità dell’esistenza si può ridurre a forme geometriche sacre. Immagini che attraverso la sintesi svelano molto di più di quello che sembra. In ogni simbolo si possono decodificare le parti che compongono il mosaico dell’evoluzione dell’uomo nel mondo, nella continua tensione tra la materia e lo spirito. Dopo aver compreso i punti e le linee fondamentali di una storia che nel paradiso terrestre troverebbe il suo unico senso di marcia, scopre l’origine del Male oscuro. Come un velo pesante e architettato in modo da convincere tutti, una nebbia fitta opprime sempre di più la naturalezza della vita, spegnendo la sua vocazione evolutiva.

“Ha dei pregi questo pianeta, quando il punto esce dallo zero che si fa dieci, l’ostacolo del mio pianeta è la guerra tra chi divide e chi vuole l’Uno, è un miracolo questo pianeta ma gli umani possono andarsene a fare in culo”

Questo Pianeta Album Musica per Bambini

Il lato oscuro

Rancore porta avanti una battaglia antica, ma sempre più reale e compromettente di questi tempi, che ha prodotto un numero incalcolabile di vittime. La battaglia di cui ci narra è quella tra due diverse tipologie di maghi ovvero uomini che conoscono le Leggi di Natura. Quelli che trasformano l’ombra che appartiene al livello più basso in puro etere, attraverso un intento sublimato e una volontà di ferro. E quelli invece che fanno l’esatto opposto imprigionando la Luce in un simulacro che venera la morte dello Spirito.

Da una parte la scienza dello spirito che ha partorito nel tempo la ricchezza filosofica e artistica degli esseri sensibili e dall’altra la scienza materialista che ha escluso l’origine spirituale di ogni singola cosa, nonché dell’insieme che le racchiude tutte. Rancore è molto astuto in questa lotta e trova, attraverso l’Arte dell’Mcing, la possibilità perfetta per fare la sua parte e portare allo scoperto le pietre miliari su cui da sempre si è fondata la conoscenza dell’uomo naturale, in armonia con la Madre Terra.

Musica per Bambini Album 2018

S.U.N.S.H.I.N.E e Musica per bambini

Con S.U.N.S.H.I.N.E e Musica per bambini Rancore fa ordine dentro di sé e ripercorre la ciclicità della vita, aprendo sempre di più quel portale che mette in collegamento l’infinitamente piccolo con l’infinitamente grande.
In questi progetti traspare la determinazione di Rancore, che si butta a capofitto in questa impresa. Portare l’origine del simbolo allo scoperto e ripulire quella patina che ne offusca il senso più grande. Lo fa attraverso una spinta molto forte che mira alla sopravvivenza spirituale e materiale, in un periodo della vita che pare aver raggiunto un limite oggettivo. Sarà proprio Musica per Bambini a confermargli che oltre il limite c’è un potenziale così grande da realizzare il sogno. Questi due progetti realizzati raggiungono un’intensità lirica e sonora difficile da descrivere a parole. Sono il sunto di un’energia lavica diventata meteorite e che ha una traiettoria ben precisa per colpire il suo obbiettivo.

In tutto il suo percorso artistico Rancore utilizza spesso un interlocutore femminile a cui si possono dare sicuramente molti significati. Per me questa Lei è la parte femminile della Natura delle Cose. Quella parte ombra che se viene attraversata dalla Luce può generare bellezza ed evoluzione. Lei è Musa ispiratrice nell’Arte e custode dell’amore tra gli opposti. E’ il lato scuro delle forze di Natura che nell’atto creativo svelano il loro potenziale superiore. E’ forse anche una Madre che non riconosce più i suoi figli scollegati e che è capace di scatenare la sua ira pur di proteggere l’equilibrio delle cose.

“Lei mi comanda nel pensiero, scrive sui social. Prende ogni singolo mistero ed organizza un’orgia. Descrive molto bene il cielo, come la pioggia. Ha chiuso l’Universo intero dentro una goccia”

Razza Aliena singolo 2020

Ultime tracce

Nelle ultime tracce Argento Vivo, Eden e Razza Aliena Rancore prosegue nel viaggio che lo contraddistingue e lo fa utilizzando uno psichismo sempre più estremo. In questo modo ogni volta che si dedica ad un tema, si dedica, in realtà, a liberare i simboli manomessi e rovesciati dalla storia di un uomo in cerca di un padrone. Rancore mira alla libertà profonda, quella dello spirito cosciente e lo fa con una dedizione fuori dal comune e un senso di responsabilità impressionante. Ognuno di noi è una fiamma attiva dello Spirito universale e a seconda del peso che daremo al nostro pendolo decideremo che peso dare allo Spirito unico.

Rancore
Rancore

“Dov’è lei? Ora, dov’è lei? Se ogni scelta crea ciò che siamo, che faremo della mela attaccata al ramo? Se tu fossi qui cosa ti direi, c’è una regola sola nel regno umano. Non guardare mai giù se precipitiamo, se precipitiamo.”

Eden ft Dardust Sanremo 2020

La Scelta

Siamo chiamati a scegliere sempre, in qualsiasi momento se nutrire l’ombra e generare morte o liberare la Luce e generare vita. L’utilizzo della parola in Rancore è architettato attraverso un processo che continua a togliere parole che possano proporre un significato univoco, oggettivo. Arriva al punto perfetto in cui molti significati possono coesistere nelle sue metafore così da coinvolgere il nostro piano immaginale e il nostro sentire intimo. Attraverso l’analisi dei vari piani di realtà farcisce di Alchimia ermetica il suo linguaggio. In ogni verso possiamo trovare input che accendono il senso, quello che oltrepassa il quinto.

Rancore ci proietta verso quesiti che non possono trovare risposta nella certezza oggettiva. Ma solo in un’identità soggettiva e profonda che risponde alle leggi del nostro spirito. Uno spirito immortale che esiste anche se si stenta a crederlo. Abbiamo la possibilità di diventare principi rispettabili che sono riusciti ad ammaestrare il loro drago interiore, che ascoltano i consigli del mago fedele che nutre bene il loro cavallo.

Tutto è dentro di noi e la fine di questa storia, che vuole vederci burattini nelle mani di Mangiafuoco, non è ancora stata scritta. C’è ancora una mela attaccata al ramo. Spetta a noi scegliere come utilizzare la conoscenza del bene e del male.